Piumino, piumetta e tessuto

Il piumino si presenta come un fiocco con un nucleo centrale da cui si diramano vari filamenti setosi e morbidi (barbe), deriva esclusivamente da oca e anatra, ed è la parte più nobile e preziosa del piumaggio: Un fiocco di piumino pesa 2-3 milligrammi. Per ottenere un grammo di piumino occorrono quindi da 300 a 500 fiocchi. Più il fiocco è grande e ricco di filamenti, più è in grado di trattenere aria e svolgere al meglio la sua funzione termoregolatrice. I fiocchi più grossi hanno un maggiore potere di riempimento: ne servono quindi di meno per ottenere lo stesso calore ed ottenere un piumino più soffice e leggero. Un piumino sopporta forti pressioni, fino a 80.000 volte il proprio peso. Ha inoltre la massima capacità di recuperare l’assetto originario dopo la compressione. Trattandosi di elementi naturali e organici, la qualità di piumino e piumetta è dipendente dal clima e dalle condizioni ambientali e di benessere in cui viene allevato l’animale. Per struttura e qualità il piumino migliore è quello di uccelli a quatici maturi che hanno potuto sviluppare al massimo la dimensione del piumaggio. La piumetta è una piccola e soffice piuma composta da uno stelo (calamo), da cui si diramano le “barbe”. Dona resistenza ed elasticità al capo e viene utilizzata prevalentemente come imbottitura del cuscino. Il tessuto è detto intima, viene utilizzato per la confezione del “sacco” che contiene l’imbottitura ed è in puro cotone. La particolarità di questo tessuto è di possedere una trama così fitta, da non far uscire i fiocchi, pur rimanendo leggero e traspirante.