Mamma, non riesco a dormire!

Ogni sera a casa nostra la storia era sempre la stessa: il mio piccolo non voleva assolutamente andare a letto e l’invariabile lotta che ne nasceva era logorante. Sfortunatamente mi sono accorta con grande ritardo che il mio bambino faceva fatica ad addormentarsi e che questo era il vero motivo dei capricci.


Per fortuna con il tempo siamo riusciti a superare la difficoltà a prendere sonno di mio figlio e a fargli tornare la voglia di andare a letto.

Desidero condividere qui le mie esperienze e i miei consigli:

 

Via la paura

Spesso la difficoltà ad addormentarsi nei bambini ha a che fare con brutti pensieri e paure. Così abbiano fatto in modo che il nostro piccolino si sentisse protetto e sicuro nella sua camera da letto. Gli abbiamo messo a fianco una luce da notte e un piccolo “doudou” e abbiamo fatto attenzione alle tinte rilassanti che conciliano il sonno.

Spegnere… nel modo giusto

Ben prima di spegnere la luce i bambini devono “spegnere” il corpo e la testa. Per esempio cibi pesanti e abbondanti carboidrati a cena causano il protrarsi della digestione impedendo loro di addormentarsi. Anche l’utilizzo prolungato dei media può causare problemi a prendere sonno. Questo lo si sa bene, ma molti genitori dimenticano semplicemente di porre dei limiti ai propri bambini alla sera, in modo che possano andare a letto senza immagini e messaggi troppo emozionanti.

C’è letto e letto

Se il bambino ha problemi ad addormentarsi, anche il letto fa naturalmente la sua parte. Quante volte in estate i piccoli si rigirano nel letto per il caldo, mentre in inverno hanno i piedi ghiacciati! Un piumino in piuma può essere d’aiuto: garantisce la giusta temperatura corporea tutto l’anno, ed è adatto anche ai bambini con allergie. Aggiungete inoltre il cuscino adatto, a seconda della posizione in cui dorme, e l’oasi di tranquillità notturna che farà addormentare il vostro bambino è pronta!

 

Beatrice di Trento