Come si determina la qualità di un piumino?

L’indicatore di qualità di un piumino è il “Filling Power”. Il Filling Power indica il rapporto peso/volume del fiocco, ed è misurato in pollici cubici (cuin). Più grandi sono i singoli fiocchi, meno ne occorrono per ottenere un certo volume e quindi un piumino con un determinato coefficiente calorifico. Il calore che dona il piumino durante il sonno non è dato dalla pesantezza dell’imbottitura, come accade per esempio con una coperta di lana – ovvero più è grossa la coperta, più tiene caldo. La piuma rientra tra i migliori e più amati materiali di riempimento per la copertura letto. Fino ad oggi non è stato inventato un sistema di climatizzazione più efficace di quello offerto da milioni di camere d’aria formate dalle finissime ramificazioni del piumino. I piumini hanno l’aspetto di fiocchi di neve. Dal centro partono a raggiera barbe morbide come seta con innumerevoli ramificazioni finissime. Queste sottili barbette si agganciano una all‘altra andando a costituire così tante piccole camere d‘aria. Dal momento che l`aria è un ottimo isolante, il piumino svolge l’azione di raccogliere e immagazzinare il calore rilasciato dal corpo durante la notte. È questo il modo in cui il piumino protegge dal freddo, offrendo una piacevole temperatura costante durante il sonno. Il sistema è lo stesso che viene usato nel settore edile, dove per finestre o per la stesura delle mura esterne di una casa viene mantenuto un corridoio d’aria che ha la funzione di isolare l’interno dalle temperature esterne. Questo fa sì che il piumino mantenga costante la temperatura nel letto, senza creare ristagni di calore. Ciò è indispensabile, perché di notte la temperatura del corpo scende di circa mezzo grado, mentre la temperatura dell’ambiente varia col passare delle ore. Oltre al vantaggio dell’isolamento durante il sonno, il piumino riempito di fiocchi naturali, assorbe l’umidità emessa dal corpo (fino a mezzo litro di liquidi), per poi rilasciarla nuovamente al mattino quando viene arieggiato. Così il piumino rimane “asciutto” al contatto con la pelle. Questo fenomeno fa sì che il piumino sia un' ideale copertura per ogni esigenza di comfort, apprezzata in tutte le stagioni ed a tutte le latitudini. La sua funzione originaria in natura, come piumaggio dei volatili, è quella di lasciar traspirare, cioè respirare, il corpo, mantenendo nel contempo intorno ad esso un microclima ideale: si dice perciò, che costituisca lo “scudo termico” degli uccelli.